Progetto “Adozione a distanza” delle figlie di S.Anna

Progetto “Adozione a distanza” delle figlie di S.Anna: stimolo alla solidarietà

UN AIUTO DECISIVO AI BAMBINI DEL SOTTOSVILUPPO

 

27 Euro al mese per realizzare il sogno di un futuro più giusto, per un bimbo che oggi soffre

 

 

Come ormai tutti sanno, il 2003 è l’anno della famiglia. Il nostro Vescovo ed i nostri Sacerdoti amano ribadire la necessità di un’attenzione alle dinamiche familiari, sull’onda dei rapidi cambiamenti di costume e società che possono portare alla deriva o trascinare in risacca genitori, figli a rischio naufragio.

Abbiamo sotto ai nostri occhi la ricchezza di una vita familiare ispirata ai valori della fede cristiana: come restare indifferenti ai nostri Orietta ed Enzo, che ci comunicano soddisfatti l’impegno a 360 gradi nel seguire una rotta così ambiziosa e radicale, quella della casa-famiglia?

Tener testa ad una scelta di vita, dare ascolto ad una vocazione simile significa ripudiare qualsiasi soluzione di compromesso che contamini o accolga parzialmente una proposta di vita vera, di vera felicità, seppur con fatica.

Madre Rosa Gattorno, fondatrice delle figlie di S.Anna, invoca nelle sue memorie << Nulla ci può essere di dolce sulla Terra, nulla! Solo… la carità… che gaudio si prova nel poter beneficiare… mi è di consolazione vedere sollevata un’anima…>>

<<…qualunque cosa avete fatto al più piccolo di questi miei fratelli, l’avete fatto a me>> (Mt 25,40)

Stimolate da questo appello che punta diretto alla loro sensibilità, suor Giuseppina, Adele, Adalgisa, Elena prestano la loro maternità a sostegno delle famiglie della nostra comunità nell’educazione dei bimbi, presso il grazioso asilo S. Fiorenzo. Allevando generazioni di bambini fiorenzuolani, hanno acquisito l’esatta percezione di tutto ciò che è necessario ad ognuno di loro per una crescita psico-fisica, e la consapevolezza che in poche parti del mondo si trovi una così nutrita schiera di opportunità di maturazione.

Come appartenenti alla Famiglia delle Figlie di S.Anna, sparse in tutto il mondo, le nostre suore non limitano il loro sguardo al giardino dell’asilo, bensì sollecitano l’attenzione di tutti nei confronti dell’esistenza di tanti bambini latino-americani, africani, asiatici che lanciano con i loro occhi impauriti un grido di aiuto e speranza:

<<La guerra continua ad uccidermi e a spogliarmi dei miei più cari legami, della mia modesta abitazione. Sono espropriato della mia terra, abbandonato vivo nelle strade, esposto a tutti i pericoli. Grava sulle mie spalle lo sfruttamento, il freddo, l’analfabetismo, la malattia. Mi consumo nella sofferenza, invecchiato prima del tempo, nel vergognoso lavoro minorile che mi consente di sopravvivere disumanamente. Busso al tuo cuore umano e ti confido: non ce la faccio più, ho sete di pace, sete di dignità e della tua amicizia. Dammi una mano e quando sarò eretto sui miei piedi, finalmente libero, sarò cittadino dell’umanità nuova e sarò pietra viva per l’edificio della civiltà dell’amore di tutta l’umanità riconciliata ed affratellata per sempre.>> (cit. tratta dall’opuscolo relativo)

Nella situazione mondiale in cui viviamo, adottare un bambino a distanza significa operare per la pace, con la certezza di fornire a bambini desiderosi di un cambiamento e amorevolmente seguiti dalle figlie di S.Anna missionarie (che vivono a stretto contatto con loro) gli strumenti adeguati a coltivare, con un radicamento al contesto in cui sono nati, le loro potenzialità evangelicamente educate alla fratellanza.

Con soli 27 Euro al mese potremo incrementare i numeri del progetto adozione a distanza, che oggi conta più di 3000 bambini assistiti, ma soprattutto potremo rafforzare la fiducia dei bimbi in un Dio che suscita commozione in chi come ognuno di noi ha i mezzi per farsi operatore per la vita.

Le nostre suore dell’asilo S.Fiorenzo attendono con fiducia chi vorrà aderire a questo progetto di adozione a distanza.

Agostino Orrù

Sei qui: Home La Parrocchia e la città Bollettino parrocchiale L'Idea Come eravamo... Progetto “Adozione a distanza” delle figlie di S.Anna
Questo sito o gli strumenti terzi da esso utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Per saperne di più circa i cookie utilizzati, clicca su 'Più informazioni'.
Chiudendo questo banner, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, si acconsente all’uso dei cookie.